venerdì 24 settembre 2010

Torta salata degli...avanzi

Allora, ho partecipato al blog hop...ho mandato messaggi, mi sono iscritta come sostenitrice di tanti blog, ho visto tante cose carine...poi alla fine mi sono chiesta: ma come farò mai io, con il tipo di lavoro che mi ritrovo, con tutti i problemi piccoli e grandi praticamente di due famiglie, a seguirli tutti???
Impossibile.
Allora non mi resta che dirvi che, sin da ora, mi scuso per tutti i messaggi che non scriverò, per lo sparire regolarmente dal mio blog e dai vostri , per non essere mai presente, per non poter scambiare due chiacchiere...ma purtroppo sarà così, alla sera sarò talmente stanca che non riuscirò a leggere tutti, poi mi arrabbierò con me stessa perchè non ho mai tempo, e e e ....quindi vi chiedo scusa di non esserci!
Emblematica la telefonata di una mia amica ieri sera: "senti , ho parlato con Stefano che mi ha chiesto come si fa a prendere un appuntamento con te per scambiare due chiacchiere? Deve contattare il tuo ufficio o il tuo fidanzato?" . 
Ergo: non trovo neppure il tempo per scambiare due chiacchiere telefoniche con i miei amici!
Soluzioni : non ne vedo...una potrebbe essere la pensione, ma è ancora troppo lontana....un'altra cambiare lavoro, ma dove lo trovo un'altro diverso dopo piu' di 20 anni passati a fare sempre la stessa attività?
Quindi non resta che cercare di barcamenarsi in questo mare magnum e non farsi venire un infarto!
E per evitare l'infarto si deve fare qualcosa che aiuti a scaricare la tensione e cosa c'è di meglio se non cucinare?
Cucinare a volte con quello che ci si ritrova nel frigorifero, che sta per scadere, e che non si vuole buttare...ecco come è nata questa torta salata, per utilizzare tutti quegli ingredienti che languivano dentro il mio frigo in piccole dosi e ormai passatelli...
La base è una pasta brisè fatta con queste dosi: 300 gr farina, 150 gr burro, 1/2 bicchiere di acqua gelata (anche un po' di piu'), un po' di sale. 
Io impasto nel Ken tutti gli ingredienti, poi formo una palla e metto a riposare in frigorifero, avvolta in pellicola trasparente, per almeno mezz'ora.
Passiamo al ripieno: ho fatto cuocere 2 zucchine tagliate a fettine insieme ad una cipolla tritata fine, salate e pepate un poco e fatte asciugare dal loro liquido; quando erano ormai cotte ho aggiunto del cappone avanzato dal brodo della domenica e fatto a piccoli pezzi, ho mescolato un po' tutto insieme e poi spento.
Una volta raffeddato ho steso la pasta brisè su un foglio di carta forno, l'ho poi sistemata in una teglia dal bordo apribile, ho bucherellato il fondo con i rebbi di una forchetta, l'ho cosparso con uno strato sottile di Philadelphia, ho steso delle fette di prosciutto cotto, ho aggiunto il composto di zucchine e carne ed ho completato con dei ciuffi di stracchino (ne avevo circa 150 gr).
Quindi tutto in forno preriscaldato a 180° per circa mezz'ora o anche piu', sino a che la pasta è stata ben cotta.
E' buona sia calda che tiepida.
Ed, ebbene sì, altra partecipazione: alla raccolta di Veronica del blog Cucina deliziosa

5 commenti:

  1. Ma che buona che è complimenti.

    RispondiElimina
  2. Non farti crucci, neppure io riuscirò a seguire sempre tutti i blog, è quasi un lavoro a tempo pieno se no! E poichè di lavoro a tempo pieno ne ho già uno, che tra l'altro neppure prevede l'uso del pc, il mio tempo a disposizione è pochino...
    Però un salto ogni tanto si fa, si trova qualcosa di carino e magari lo si cucina nella propria casetta... Per cui in fondo ne è valsa la pena!

    RispondiElimina
  3. Si Mau hai perfettamente ragione...è un divertimento e un piacere che si assapora quando si puo'!

    RispondiElimina
  4. Non ti fare mai il probelma blog e commenti. Lo dico anche a te come ho già fatto con altre, io mi stavo facendo prendere ad una sorta di obbligo di visita e commento, e stavo togliendo spazio alla mia Vera Vita (non sia mai!!!!!). E' impossibile seguire tutti i blog tutti i giorni, e poi non è detto che ci piacciano sempre le ricette postate no? Non trovo tempo io che sono casalinga, figurati chi ha il lavoro anche fuori casa, quindi doppio come te e tantissime altre. Il blog dev'essere un momento di divertimento e relax, non un'angoscia o un dovere. E se passa un giorno, una settimana, un mese o un anno, le persone che hai conosciuto e che hanno imparato a conoscerti anche da dietro una tastiera, ti seguiranno e ti accoglieranno sempre a braccia aperte, non importa il tempo che passerà tra un commento o un post e l'altro. Tutto questo, per quanto mi riguarda ;)
    Riguardo invece la tua svuota frigo, è deliziosa, come il più delle volte lo sono le ricette di riciclo, a me escono sempre dei piatti golosissimi :P==
    Buona serata Mila, ti auguro un sereno weekend :) un bacio grande. Nottenotte.

    RispondiElimina
  5. Piacere di conoscerti Mila questa torta salata svuotafrigo è favolosa e io adoro fare torte salate........... complimenti per il blog, molto interessante! A presto Cris.

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!