venerdì 20 aprile 2012

Una zuppa con i fagioli...che è quasi una ribollita

Da una ricetta di Jamie Oliver, la mia versione di zuppa/quasi ribollita, ove ho sostituito il cavolo nero con gli spinaci (surgelati da mia suocera ed originaly "orto di casa") ed ho aggiunto delle scagliette sottili di lardo di Arnad ....era una delizia...anche per questi giorni, in cui la primavera ha deciso di ritirarsi per lascire spazio ad un'ultima (spero!) zampata di freddo...
Questa zuppa riscanda veramente corpo e anima e ci rappacifica con il mondo...




Ingredienti per 4 persone:
300 gr fagioli cannellini
1 pomodoro
1 patata piccola
2 cipollotti rossi
1 carota grande
2 gambi di sedano
2 spicchi di aglio
1 foglia di alloro
300/350 gr pomodori pelati
2 palline di spinaci surgelati (io non li ho pesati...sono porzionati da mia suocera e non so dirvi ...quindi a piacere!) oppure freschi oppure 300 gr di cavolo nero fresco
pane raffermo
semi di finocchio
peperoncino rosso secco in polvere
olio extr
sale e pepe




Se usate i fagioli secchi ammollateli in acqua per una notte, quindi sciacquateli e metteteli in una pentola coperti di acqua con l'alloro, il pomodoro schicciato e la patate pelata, lasciandoli cuocere finchè sono teneri; quindi scolateli, tenete da parte un bicchiere grande di acqua di cottura, eliminate il pomodoro, la patata e l'alloro, conditeli con olio, sale e pepe.
Scaldate un  pò di olio extrv in una pentola capiente ed aggiungete i cipollotti, la carota, il sedano e gli spicchi di aglio tutto tritato finemente.
Fate andare un poco ed aggiungete un pizzico di semi di finocchio pestati fini ed il peperoncino in polvere.
Cuocete a fuoco basso con il coperchio un poco spostato per circa 15-20 minuti, facendo ammorbidire le verdure (ma fate attenzione che non scuriscano).
Aggiungete anche i pelati schiacciati, fate andare per qualche minuto quindi mettete anche i fagioli e portate ad ebollizione.
Aggiungete gli spinaci (io li ho fatti scongelare sul fuoco con poca acqua poi strizzati e tritati) o il cavolo (se mettete le verdure fresche faranno molto volume, ma in poco tempo si ridurranno naturalmente cuocendo); aggiungete delle scagliette tagliate al coltello di lardo di Arnad (io ne avrò messe una decina), poi il pane raffermo spezzettato a piacere e fate cuocere per circa 30 minuti; se la zuppa vi sembra troppo densa aggiungete l'acqua di cottura dei fagioli che avete tenuto da parte.
Quando è pronta condite con sale e pepe e servite nei piatti con abbondante olio extravergine.
E' deliziosa!
E , visto che mi sono lanciata in contest, raccolte e co., partecipo con questa ricetta all'iniziativa del Blog di Max  Un coccio al mese per 12 mesi...


Buon fine settimana a tutti, con tanta serenità e tanto sole!


6 commenti:

  1. Col freddo tornato a farsi sentire ci sta proprio bene una bella minestra calda e scaldacuore come questa. Cotta nel coccio è ancora più gustosa. Bacioni, buon we

    RispondiElimina
  2. Con le temperature che abbiamo ci sta davvero benissimo!!!!
    Scusa per stasera, ma sono qui sul divano al caldino, col collare al collo....vediamo se così riesco a mettermi a posto!! Ciao, Un bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessun problema...sono completamente fusa anche io...baci!

      Elimina
  3. La trovo deliziosa, va benissimo e me ne farei certamente un bel piatto...Molto original e molto confort food in queste giornate ancora fredde. Grazie per la tua partecipazione e buon week-end. Ciao.

    RispondiElimina
  4. Questa zuppa ci sta tutto in questo periodo. Deve essere non buona, ma molto molto di più!!

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!