lunedì 25 aprile 2011

Cosciotto di agnello

E' Pasqua e la tradizione parla di cosciotto d'agnello al forno.
Titubante alla realizzazione per via della mattanza degli agnelli, mi sono fatta convincere perchè se voglio imparare di cucina, non essendo vegetariana, anche su questo devo cimentarmi.
Ho quindi realizzato due ricette con l'agnello: il cosciotto e lo spezzatino, che posterò in seguito; sono rimasta soddisfatta da entrambe, anche se, comunque, io non posso definirmi un'amante della carne di agnello e/o di pecora.
La ricetta è di una semplicità disarmante: prendete il vostro cosciotto e fate 3/4 tagli decisi, dove inserirete rametti di rosmarino e aglio tagliato a fettine; pennellate bene la carne con l'olio exv in tutte le sue parti , salatela leggermente; adagiatela in una pirofila da forno spennellata di olio ed aggiungete un bicchiere di vino bianco.
In forno a 180° per circa un'ora e questo è il risultato. Molto tenero e saporito.
Non me ne voglia chi non cucina l'agnello per motivi etici....

4 commenti:

  1. Molto buono...noi lo facciamo ogni tanto!!
    Rimane tenerissimo!!
    Ciao Mila!! Buon 25!!

    RispondiElimina
  2. Anch'io non amo molto la carne degli ovini ma il tuo agnello mi sembra ottimo!!
    Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  3. efficace e semplice.. effettivamente io l'ho evitato in questi giorni, ma se capita lo mangio perché è troppo buono... con le patate poi, slurp :-)

    RispondiElimina
  4. ciao Mila; confesso che io l'agnello non lo cucino... non per motivi etici ma di "gusto" (poi saprai già che a me la carne, in generale, non attira granché). Però devo dirti che l'aspetto di questo cosciotto è invitantissimo e credo ve lo sarete gustato in allegria...
    Bravissima
    un bacione ed una buona serata

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!