venerdì 3 dicembre 2010

Ricetta d'autore: baccalà gratinato di Sergio Mei

Questa ricetta è divina.
Io non conoscevo Sergio Mei; ho acquistato l'ultimo numero di A Tavola e vi è un breve cenno allo chef ed al suo nuovo libro, con 4 ricette realizzate e pubblicate sulla rivista.
Le ricette sono bellissime e per occasioni importanti.
Io ho realizzato questa e, al primo assaggio, un mondo di delizia mi si è sciolto sulla lingua e giù giù sino allo stomaco...non avrei mai smesso di mangiarlo, anche se sono stata comunque morigerata perchè le calorie sono tante...ma una volta vale assolutamente la pena provarla!
Spero non me ne voglia se la trascrivo (ma è pubblicata per cui non dovrebbero esserci problemi di sorta...)
La ricetta prevedeva anche una polenta particolare, raffreddata e poi rosolata sulla piastra: io l'ho omessa, ma il piatto sicuramente non ne perde.
Ingredienti per 4 persone (per me un poco scarso, ma se c'e' anche la polenta, probabilmente no): per il baccalà: 400 gr baccalà già pulito e dissalato, 50 gr scalogno, 20 gr olio evo, 2 gr aglio pulito e tagliato a fettine, 5 gr acciughe sott'olio, 50 gr vino Pinot bianco il mio non era proprio Pinot...), 200 gr latte intero, 200 gr panna fresca, noce moscata grattugiata, pepe nero; per la gratinatura del baccalà: 20 gr parmigiano reggiano (lui dice: stagionato 16-18 mesi) grattugiato, 10 gr burro a fiocchetti; 2 gr erba cipollina tritata.
Tagliate a listarelle fini lo scalogno e mettetelo in una casseruola (che possa andare in forno) con l'olio facendoli appassire; aggiungete il baccalà sfogliato (io qui non ho capito bene cosa intendeva: ho tolto tutta la pelle, le spine residue e poi l'ho fatto a pezzettoni) e le acciughe a filettini, insaporite con la noce moscata e il pepe.
Bagnate quindi il tutto con il vino, il latte e la panna e cuocete a fuoco basso per circa 10-12 minuti, poi mettete in forno a 170° fino a quando il latte e la panna si asciugano (non ho calcolato i tempi, ma ci vuole abbastanza).
Una volta pronto, toglietelo dalla casseruola e mettetelo in una pirofila imburrata (dice monoporzione: io ho usato una teglietta piccola), cospargetelo con il parmigiano grattugiato ed i fiocchetti di burro e fatelo gratinare in forno fino a doratura.
Servire spolverato di erba cipollina tritata ( io ne avevo poca...gli ultimi resti della mia piantina in vaso).
Veramente spettacolare....si scioglie in bocca....
Credo proprio che il prossimo libro di cucina che acquisterò sarà quello di Sergio Mei.
Per chi leggerà questo post: questa non  potete non provarla, veramente, che il baccalà vi piaccia o no!
Notte!

5 commenti:

  1. Mamma mia!!! ci credo bene che è divina questa ricetta! tempo fa ho assaggiato il baccalà cucinato in maniera molto simile, buonissimo.
    Mi copio la ricetta al volo!
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Ha un aspetto invitante...devo assolutamente provare la tua ricetta, qui a casa amiamo il baccalà e lo cuciniamo in modi diversi...ma questa versione mi mancava!!!!
    grazie cara e buon fine settimana;);)

    RispondiElimina
  3. non avevo dubbi sulla ricetta e certo che e divina e buonissima...grande mila...
    baci da lia

    RispondiElimina
  4. Immaggino il sapore...divino!!!
    Bellissima ricetta!!
    Ciao Mila!

    RispondiElimina
  5. ma deve essere ottimo!!!! bella rcietta davvero.. smack e buon lunedì .-)

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!