domenica 27 settembre 2015

Torta brioche alla panna e crema pasticcera super veloce

Ecco una torta brioche fantastica, che ho abbinato ad una crema pasticcera di sicura riuscita.
La torta l'ho copiata, paro paro, dal blog Formine e Mattarello, dove ho visto tantissimi dolci sfiziosi da provare prossimamente; la mia è un poco più abbronzata e direi un pò "sbilenca" , storta, ma dalla mia ho la scusa che non faccio mai dei lievitati, tanto meno con questa procedura di taglio fette...
La crema è una vecchia ricetta tratta da Cookaround, e non sbaglia, per cui in fondo annoto anche quella.
Ingredienti:
300 gr farina 00
250 gr farina manitoba
1/2 cubetto di lievito di birra fresco (12 gr)
100 gr zucchero
250 ml panna fresca
i semini di mezza bacca di vaniglia (io ho messo quelli della bacca intera)
2 uova medie + 1 albume
1 pizzico di sale
un pochino di latte per pennellare la superficie (io l'ho preso dai 500 ml utilizzati per la crema)
mandorle a lamelle a piacere
Fate sciogliere il lievito di birra nella panna tiepida insieme ad un cucchiaio di zucchero preso dal totale; fate riposare coperto ed al caldo per 20 minuti (io l'ho messo coperto nel forno che avevo scaldato a 50°).
Trascorso il tempo, nella planetaria del robot (io uso il Kenwood Prospero) mettere le farine, lo zucchero, i semini della vaniglia, la panna, le uova e l'albume ed impastare (con il gancio a k) fino ad ottenere un impasto liscio, aggiungendo alla fine anche il pizzico di sale.
Versare l'impasto in una spianatoia infarinata, lavorarlo bene (io ho fatto circa 5 minuti) poi formare una palla e mettere a lievitare coperto sino al raddoppio (circa un'ora).
Quindi prendere la palla e stenderla formando un rettangolo di circa cm 30x45, poi arrotolarlo su sè stesso partendo dal lato più lungo, formando così un salsicciotto da tagliare a fette di circa 1 cm, 1 cm 1/2 di spessore.
Posizionate le fette una dietro l'altra in una teglia ben imburrata (la mia di 26 cm, ma sarebbe meglio un pò più piccola); l'ultima fetta mettetela al centro. Coprite e fate di nuovo lievitare per circa un'ora e 1/2 sino al raddoppio.
Spennellate la superficie con il latte, cospargetela con le mandorle e cuocete in forno caldo a 180° per 35-40 minuti, coprendola con un foglio di carta forno dopo 10 minuti, perchè tende a scurire molto.
Adesso la crema pasticcera:
la dose intera è:
1 lt di latte intero (io 500 ml parzialmente scremato)
300 gr di zucchero (io 150)
3 uova intere (io uno medio-grande)
120 gr di farina (io 60)
1 bustina di vanillina (io ho usato un bacello di vaniglia aperto per il lungo e messo a bollire con il latte)
1 pizzico di sale
Procedimento:
Fate bollire il latte (con il bacello di vaniglia tagliato per il lungo); a parte, in una casseruola che può andare sul fuoco, amalgamate con una frusta a mano le uova con lo zucchero, poi aggiungete il pizzico di sale, la vanillina (se non avete usato il bacello) e la farina e amalgamate bene.
Quando il latte bolle versatelo (senza il bacello) nella casseruola con il composto, mettete sul fuoco e girate sempre con la frusta a mano: dopo pochissimo inizia ad addensarsi e quando incomincia a fare le bolle è pronta.
Velocissima e molto buona.
Bye bye...


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!