martedì 17 marzo 2015

Quaglie ripiene al tartufo

Purtroppo le foto non rendono giustizia a questa pietanza: queste quaglie sono buonissime...e se non vi piace il tartufo, potete non metterlo e, secondo me,verranno buone comunque.
La ricetta l'ho trovata sul forum de La Cucina Italiana; fu pubblicata in un vecchio numero della rivista.
Quaglie ripiene
Ingredienti per 6 persone (una quaglia a testa, io ne avevo 4):
9 quaglie
60 gr di pancetta tesa (io ne ho usato 45 gr per tre quaglie...secondo me per 6 è meglio aumentare la dose)
pasta di tartufo (non so cosa sia: io ho usato del burro al tartufo...come dice lo chef del San Domenico di Imola: mai usare l'olo al tartufo perchè si può anche lasciare un tartufo intero dentro l'olio per un anno e questo non saprà mai di tartufo; invece il burro al tartufo è fatto con piccoli pezzettini di tartufo e si può utilizzare)
farina bianca 00
brodo (io vegetale)
cognac
olio extrv, sale e pepe

Per prima cosa controllate che le quaglie siano prive di piume (altrimenti bruciacchiatele su fiamma viva per un attimo) e ben pulite dalle interiora; lavatele e asciugatele.
Quaglie ripiene
Spolpate tre quaglie, tenendo da parte scarti ed ossa, e tritate la carne al robot con la pancetta; amalgamate il composto con 2 cucchiaini di pasta al tartufo (io burro), unite sale, pepe ed una spruzzata di cognac.
Con questo ripieno farcite l'incavo delle 6 quaglie e chiudetelo con degli stuzzicadenti (ne ho messi due per ogni quaglia).
Mettete le quagli in una teglia da forno (ma che poi possa andare anche sul fornello) con un filo di olio, gli scarti e le ossa di quelle spolpate, salate e pepate, quindi passatele in forno caldo a 200/220° (io ho messo a 200°) per 45 minuti (pensavo fosse troppo, invece era il tempo giusto); cercate di bagnarle con il loro sugo durante la cottura (a dire il vero non se ne forma poi tanto...ma forse sono stata molto parca di olio...).
Passato il tempo, togliete le quaglie e tenetele in caldo; scolate via il grasso di cottura , aggiungete 2 mestoli di brodo ed una puntina di farina e fate addensare la salsa su fuoco vivo, poi filtratela ed aggiungete un cucchiaino scarso di olio  al tartufo.
Sono veramente deliziose.

4 commenti:

  1. Mila.. questa ricetta mi rapisce particolarmente. Le quaglie mi riportano indietro nel tempo, quando da bambina facevo ammattire perchè non mangiavo nulla. Le poche volte che riuscivo a passare del tempo con mio padre ricordo che me le preparava 'al latte'. Mi diceva che era 'il pollo della Barbie' per far sì che finissi almeno quello.. avevo il nasino attaccato al forno quando le metteva a cuocere. Ci credevo davvero. Ottima e raffinata preparazione cara :) Una dolce notte <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, mi fa piacere rileggerti!

      Elimina
  2. questo è un piatto di quelli raffinati che mi riportano a tempi antichi, da Belle Epoque, ammiro molto chi sa preparare tali delizie!
    un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si è un iatto di altri tempi...un bacio anche a te!

      Elimina

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!