sabato 20 ottobre 2012

Pasta al forno con cavolfiore

Eccomi qua, sono a casa a fare la badante, mentre la badante a pagamento ha il giorno libero.
Novità? Questa ha finalmente deciso di non andarsene subito; resisterà sino al 7 dicembre, quando arriverà l'altra.
Per il resto tutto uguale: sempre bassi,a volte un pò meglio a volte molto peggio, ma sempre in senso negativo...
E quindi siamo qua e, per dare anche un pò d'animo al blog, pubblico questa ricetta, che sono riuscita a fare sabato scorso, per consolare un pò almeno il palato...
Per stare in tema autunnale ho utilizzato uno dei primi cavolfiori dell'orto del suocero...non ho dosi, ho fatto un pò ad occhio ed un pò a sentimento...
Ingredienti:
pasta corta a piacere (io avevo dei maccheroncini doppi...non mi ricordo neppure il nome...)
un cavolfiore piccolo
passata di pomodoro
olive nere  di Gaeta
capperi sotto sale
pinoli
pecorino grattugiato
peperoncino
olio estrv
sale

Dividete a cimette il cavolfiore e mettetelo in pentola insieme ad un cucchiaio di olio e del peperoncino secco a piacere; fate cuocere un poco poi aggiungete la passata di pomodoro (abbondante), le olive, i capperi dissalati, i pinoli ed un bel mestolo di acqua calda e portate a cottura (il cavolfiore deve diventare molto tenero tanto da formare, appunto, un sugo).
Portate a cottura la pasta in abbondante acqua salata, tenendola molto al dente, quindi saltatela nella pentola con il sugo amalgamandola bene.
Versate la pasta condita in una pirofila da forno, cospargete con il pecorino grattugiato a piacere e passate in forno a 200° per fare gratinare la superficie.
Se volte renderla più ricca potete aggiungere, prima di mettere in forno, anche della provola affumicata tagliata a dadini...io mi sono limitata al pecorino.
Direi che è un sughetto gradevole ed un modo un pò diverso per gustare il cavolfiore, che a me piace molto.
Vi auguro un piacevole e sereno fine settimana.

16 commenti:

  1. Ciao Mila, mi dispiace... forza, meno male che la badante abbia deciso di restare. Sono con te, tieni duro. Questa pasta al forno deve essere deliziosa e poi le cose fatte con il sentimento sono sempre le migliori :) Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Mannaggia tesoro, mi spiace che la situazione sia ancora così difficile. Meno male almeno la badante ha deciso di restare fino all'arrivo dell'altra così puoi avere un po' più di respiro. Vorre davvero poter avere una spugna, cancellare tutto e riportare alla situazione alla normalità, ma non si può far altro che stringere i denti e tenere duro. Forza tesoro...
    Questo condimento per la pasta mi piace moltissimo. Passata al forno è davvero super gustosa con quella bella cristicina. Un abbraccio grande, buon we

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio veramente tanto per essere passata da me, sono contenta che la badante vi sia venuto un attimino incontro. Mi dispiace saper invece, che tua madre non stia bene. Incrocio le dita per te e spero per il meglio. Buona la tua pasta la forno, veramente gustosa. Un abbraccio grande, grande e abbi fede.

    RispondiElimina
  4. vedrai tutto si aggiusterà...
    in tanto gustiamoci queste favolosa pasta al forno che adoro tanto..bravissima..
    un abbraccio forte mila..
    lia

    RispondiElimina
  5. Stare in cucina aiuta molto, almeno ha aiutato me, ho anche aperto il blog in un momento critico, perchè avevo bisogno di evadere un po'... Ti auguro con tutto il cuore che la situazione migliori! Ma tu, mi raccomando, non lasciarti prendere dallo scoraggiamento, la tua famiglia a bisogno di te!
    Un grosso abbraccio Mila!

    RispondiElimina
  6. ciao cara,eccomi!Mi dispiace tanto ma vedrai che tutto si aggiusta,credici anche se ti sembra impossibile.T i mando un forte abbraccio.Bellissima ricetta,come sempre.Ti auguro un buon fine settimana e ti invio un affettuoso saluto!

    RispondiElimina
  7. Mila, cara.. vorrei davvero avere la facoltà di ridarti il sereno, sai.. Vedrai che piano piano le cose andranno un po' meglio. Devono solo assestarsi, trovare il giusto equilibrio in una situazione che di per se è molto precaria. Ti abbraccio forte, gustandomi questa deliziosa pasta al forno, pregando per te e per la tua mamma perchè qualcuno dal cielo vi guardi con amore. Un bacione affettuoso.

    RispondiElimina
  8. La pasta è ottima...anche a me piace molto condita con il cavolo e così è davvero invitante. Di contro mi dispiace molto per tua mamma...non deve essere per niente facile, meno male che almeno la badante è stata un po' più "umana", mi sembrava il minimo venirti un po' incontro...ti aigiro con tutto il cuore che la situazione possa migliorare piano piano...un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Fare un po' a occhio e un po' a sentimento, ti ha ripagato con una pasta al forno veramente deliziosa Mila!! Buona domenica, tesoro... in bocca al lupo per tutto, con il cuore e con la mente!!!

    RispondiElimina
  10. l'aspetto è molto invitante e scrocchiarello come piace a me ciao e buona domenica

    RispondiElimina
  11. Mi spiace Mila, che le cose siano ancora così critiche....ma spero sempre che migliorino....ti abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Mi piace tanto il cavolfiore al forno! Da provare con la pasta!

    RispondiElimina
  13. Ciao Mila...come ti capiscooooo!!! Per fortuna che la badante almeno ha cambiato idea... Vorrei dirti che "domani è un altro giorno", ma in questi momenti sembrano tutti uguali (se non peggio), però devi essere forte!!!!! Un abbraccio sincero

    RispondiElimina
  14. Ottima idea per far consumare verdure a persone che non ne vogliono proprio sapere!

    RispondiElimina
  15. buona la tua ricetta ma gli comenti mi dispiace nooooooooooooo.la badante e un essere umano a diritti e doveri cone tutti i dipendenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo, certamente la badante ha diritti e doveri come tutti, ma io non mi sono mai neanche sognata di dire in azienda, nei periodi piu difficili, che me ne andavo...ho stretto i denti e sono andata avanti...c'è stato un periodo in cui facevo 160 km al giorno per andare al lavoro e a volte uscivo alle 10 di sera...Ma, per esperienza, non e' la prima volta che una badante se ne va quando la situazione si fa difficile...purtroppo gli anziani non migliorano con il tempo e l' alternativa e' metterli in casa di riposo...ma dopo non c'3 piu' lavoro neppure per le badanti...
      Io nn credo di comportarmi male, anzi , certo e' che tutti si vorrebbe sempre lavorare bene, ma spesso non e' possibile.
      Comunque i commenti di firmano, se non si ha un account che permetta di identificarli.

      Elimina

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!